mercoledì 30 giugno 2010

Hmmm!!! Mumble!

Pensierini della sera in ordine sparso:
- ah, però! È un po' che non scrivo ... il bello è che non ne sento la mancanza. Il brutto è che non ne sento la mancanza;
- ma quanto attivi bisogna essere per essere considerati un "attivista"? Bisogna scendere in piazza, schiamazzare e urlare o basta far sentire il proprio silenzio? E se il silenzio non lo sente nessuno? Allora bisogna andare in piazza?! Mah! Non che io mi senta un anarco-insurrezionalista, ma ci sto pensando;
- l'"ordine creativo" non si addice all'orto, che ha bisogno di "ordine teutonico"; L'"ordine creativo" non si applica ai pomodori infestanti che, teutonicamente parlando, vanno "finalmente" eliminati;
- i mesi e le stagioni andrebbero rinominati: dopo "le ciliegie" ci vanno "le albicocche" e chiudono "i fichi". Il tutto in meno di due mesi ... decisamente non torna come numerazione! Amen. Li lasciamo come sono, anche se non sono così espressivi.

La faina ha trovato la sua fine su una strada asfaltata.

Il tempo è il vero lusso. Il lusso è solo vanità!

Tra sette giorni si parte e mi girano non poco le scatole di non vedere come andrà avanti l'orto per sette settimane ...

lunedì 14 giugno 2010

Due giorni, un'estate!

A parte una certa concentrazione di sfiga diffusa (perdita del portafogli, malfunzionamento del telecomando di apertura dell'auto, malfunzionamento dell'auto), il week-end è volato.
Ma la cosa più imbarazzante è stata ritrovare l'orto dopo questa breve pausa:
- gli spinaci sono tutti in fiore;
- le albicocche sono diventate quasi arancioni;
- i piselli sono maturati in blocco;
- la zucca che stentava si è allungata di almeno 30 cm;
- le zucchine si sono moltiplicate;
- le erbacce hanno invaso ogni spazio libero.

martedì 1 giugno 2010

Aggiornamento

Finocchi e carote stanno emergendo dalla jungla, così come i fagioli.
Comprata altra lattuga (romana) per averne quando inizierò a tagliare l'altra (canasta).
I carciofi continuano a fare il loro lavoro. L'anno prossimo, però, voglio avere più piante in modo da non dover mangiare un carciofo alla volta.
I piselli vanno alla grande e le fave (che vanno piantate in tardo autunno e non in primavera!!!) crescono.
Melanzane e peperoni procedono con calma.
I meloni si sono ambientati e stanno crescendo. La zucca stenta ... le zucchine si estendono!
Pomodorini verdi fanno capolino tra le foglie.
I fagiolini si stanno arrampicando sulle canne ed i cetriolini fanno cucù.
Le fragole si stanno preparando per il secondo raccolto e le cipolle, le patate e le biete rosse sono OK.
Gli spinaci sono pronti.

OSSERVAZIONI

A 3/4 della tribù non piacciono gli spinaci, ma preferiscono il farinaccio. Valutare se seminarlo anche l'anno prossimo (Spätztle) e surgelarli, o meno.
La gramigna è una rottura di maroni INDUSTRIALE!
L'anno prossimo tenere più distanza tra il prato e le coltivazioni (per far desistere le lumache che si sono mangiate una fila di piselli).
La terra È BASSA!
Appena termina la fase vegetativa separare i cespi di carciofo.
FARE UN PIANO MIGLIORE per l'anno prossimo:
- calcolare lo spazio per far passare il trattore;
- distribuzione degli spazi. La moglie vorrebbe unire giardino ad orto ... serve un ARCHINIERE!
- il macerato di ortica va fatto LONTANO da casa (odora di ................................ )