domenica 13 marzo 2011

Tempo!

Il lavoro non mi da tregua. Mi sta appresso anche il fine settimana.
Sento il suo fiato sul collo ... il suo incalzare sordo alle mie spalle e quando mi volto per vederlo, improvvisamente me lo trovo affianco, davanti, sopra e sotto.
I ritmi sono intensi. Troppo intensi.
Parto col buio, arrivo col buio.
Parto che tutti dormono, arrivo che tutti dormono.
ECCHEPALLE!!!
Il tempo è il vero lusso di queta epoca. Tutto il resto è futilità.
Mi sa che l'avevo già scrito da qualche parte, ma ora più che mai ne sono convinto.
Intanto l'orto segna il passo.
Non riesco a sarchiare la terra intorno alle fave ed alle cipolle; non sto andando avanti con le semine e quelle che avevo fatto in casa sono andate a farsi benedire.
Devo riprendere il controllo.
Domani VACANZA!

1 commento:

  1. A me succedeva la stessa cosa 15 anni fa,mi sono fermato,il lavoro e i soldi non sono tutto,c'è la famiglia e l'orto ,appunto.

    RispondiElimina