mercoledì 19 ottobre 2011

Prove tecniche


Ed ecco il fornelletto all'opera. Tutto sommato funziona egregiamente!

4 commenti:

  1. Osservazioni. Mi pare di capire che il coperchio è chiuso e che al centro c'è un piccolo foro di sfiato. Se però, con il coperchio così fermamente chiuso, il foro si intasa con residui di ciò che c'è dentro a cuocere allora il parattolo diventa una piccola bomba. Aprire il coperchio, in fretta.

    RispondiElimina
  2. È fatto apposta per carbonizzare le cose: mi serve per fare il carbone di salice e/o quello di fomes fomentarius.
    Il piccolo foro non si intasa, lascia sfiatare i gas della combustione e garantisce un ambiente a basso contenuto di ossigeno (anche per il fatto che la pressione dei gas interni è maggiore di quella dell'aria), condizione necessaria per la carbonizzazione.
    Tutto sotto controllo ;-)

    RispondiElimina
  3. Quando ho fatto vedere a mia moglie il tuo fornelletto fatto dalla scatola di biscotti, il primo commento e' stato: Ma voi italiani avete proprio bisogno di scatole di biscotti cosi' grosse?
    Poi, quando ha visto la tua creazione, ha detto: E' un genio!
    Beh, concordo in pieno!
    Complimenti!

    RispondiElimina
  4. Ragazzi, mi ripeto: il design NON È MIO!!!! Io sono un mero esecutore ...

    RispondiElimina