lunedì 30 giugno 2008

I pomodori, questa lezione di vita.

I pomodori sono per me un esercizio costante di orticoltura. Non passa anno che io non impari qualcosa su questa pianta.
Quest'anno ho imparato che:
- bisogna sfemminellare i pomodori;
- i pomodori crescono come i funghi e se non cimati arrivano ad altezze ragguardevoli (se sostenuti);
- i sostegni dei pomodori devono essere luuuunghi. Molto più lunghi di quello che pensassi!!!
- le piante di pomodoro pesano;
- la forza di gravità esiste (non direttamente afferente ai pomodori, ma collegata);
- se i sostegni non sostengono, la pianta si alletta;
- ci vuole spazio tra le piante, non altro per poterci lavorare intorno, e correggere gli errori dell'ignorante;
- se non c'é spazio e non ci sono i supporti luuuunghi, allora si va incontro a problemi!

In compenso abbiamo i primi peperoni che fanno cucù tra le foglie.

La giustizia ....

... non é di questa terra.
Si sa!
Per questo penso ci debba essere un Dio, da qualche parte. Io lo chiamo Dio, magari voi lo chiamate in un altro modo ... ma il concetto è quello di un'entità superiore che vede e provvede.
Certo deve avere un sacco da fare, questa entità: svariati miliardi di persone che gli chiedono di fare questo o quello, di soddisfare questa o quella "cosetta": una malattia, un'ingiustizia, una situazione difficile.
Io non faccio eccezione. Ogni tanto mi viene naturale chiedere qualcosa. Senza mentire dirò pure che mi vergogno un po' a disturbare l'entità con le mie meschine richieste da mortale.
Eppure talvolta l'entità ti ascolta e accoglie le tue richieste. Magari perchè non sono solo tue, ma di tutta una massa di altri esseri meschini che, come te, chiedono tutti la stessa cosa: giustizia e rispetto; e di fronte a così tanti che chiedono tutti la stessa cosa, neanche l'entità può fare orecchie da mercante.
E così è stato: ieri sera la giustizia ha trionfato, il rispetto degli altri è stato rivalutato e l'arroganza di taluni è stata colpita.
Chissà che non abbiano capito che le canzoni i cui testi citano "siamo i campioni d'Europa 2008" le devono fare DOPO aver vinto e non con tre mesi d'anticipo ...
Chissà che non abbiano capito che gli altri non sono dei peracottari, anche se non hanno tanti soldi quanti ne hanno loro ...
Chissà che non abbiano capito che ci vuole umiltà ...
Chissà che non abbiano capito che ogni volta che pensano "in grande" poi arriva qualcuno che li "ridimensiona".
Ma avranno capito??? Ho i miei seri dubbi!

lunedì 23 giugno 2008

"Varda che ...

... che te gha da 'ndar in te l'ort!" o, tradotto: "Guarda che devi andare nell'orto!".
Ho voluto che la prima frase proferita dal computer fosse questa. Forse solo perchè ero stufo di smanettare e sentivo la necessità di aria fresca, o forse perchè avevo bisogno che qualcuno mi destasse dall'ipnosi da schermo e mi riconducesse al mondo reale.
Finalmente inizio a smarcare piccoli frammenti di cose da fare.
Festival e Mbrola sono "operativi" ed il computer è in grado di parlare. Non dice ancora molto, ma ci sto lavorando su.
Inesorabilmente, quando si raggiunge un obiettivo, subito altri 5 o 6 si sgomitano tra loro per quale deve avere la priorità e deve essere il prossimo ad essere raggiunto. Ma per il momento possono aspettare.
Il tempo sta volgendo al peggio. I temporali hanno abbassato la temperatura ed il cielo è tornato di un colore a metà stada tra il piombo e il "stagnodiWedelcopertodipollini", con un tocco di polveroso. Speriamo che torni il caldo o la vedo male per le colture.
Il nanetto e la sorella godono delle fragole e lamponi che trovano quotidianamente sul tavolo all'ora di colazione. È bello vederli felici per queste piccole cose!

martedì 17 giugno 2008

Ma la finirà ... prima o poi!

Un po' di tempo che sono distante dal blog. Incredibile da credersi!
Non sono distante fisicamente: il computer è immancabilmente a portata di mano.
Il problema è la testa: ottocento cose tutte insieme ... alla faccia del multitasking!
Il lavoro con alti e bassi, con silenzi ed improvvise convocazioni per risolvere i problemi più astrusi che la mia mente malata (e quella di uno dei datori di lavoro) possa concepire.
L'orto che prosegue, d'inerzia. Stiamo mangiano zucchini, fragole, cipolle, insalate. Ho preparato i primi cetriolini in agrodolce (ora manca solo lo speck). Attendo il caldo per i pomodori ed i peperoni.
Il pane e la pasta madre da rinfrescare.
La casa in Italia da vendere (e litiga con questa o quella banca, sgrida il notaio, scrivi lettere e procure).
Il trasloco e quanto ne segue (cercare nuova casa, scuola per i figli, ditta, capire quando si deve fare il movimento).
Misterhouse da installare ... quest è l'ultima frontiera della follia! Ingredienti: un vecchio laptop, Xubuntu 8.04 Hardy, Misterhouse, Perl, un tot di libererie varie, 4 guide diverse su come fare - ma nessuna sufficientemente completa da consentire un'installazione pulita in tempi ragionevoli - Festival e mbrola (e mi sono limitato solo ad alcuni dei software ... pensa quando metterò mano all'hardware!!!)
I bimbi e la moglie da accudire/consolare/coccolare.
La gatta che è gelosa e si mette in mezzo per avere la sua dose di cibo/affetto.
I parenti lontani che sono in pensiero.
La posta elettronica della vodafone che dall'estero non va più (con ripercussioni sulla voce vendita di casa e lavoro).
Gli europei di calcio con i padroni di casa che, malgrado performances scarsette, se la tirano da figoni.
Il viaggio in Polonia da organizzare.
Se avete avuto la pazienza di arrivare sin qua già meritate un caffè .... in realtà la lista era solo un promemoria per me.
Ma la finirà!
Si tornerà alla calma dei tempi migliori, ci si siederà sui gradini del giardino ad intagliare il bastone da passeggio, ascoltando l'erba che cresce e guardando gli scoiattoli rincorrersi sugli alberi.

martedì 10 giugno 2008

Punto sulla situazione nell'orto

parte destra: pomodori, gli spinaci sopravvissuti alla grandine, aglio


ancora parte dx: zucchini, pepeproni e cetriolini

parte sx, visione d'insieme

parte sx: le fragole

parte sx il sedano in fiore

Giornatina di "fuoco"...attendesi

La miglior difesa è l'attacco!
Lo so che non dovrei essere sulla difensiva, ma conoscendo i miei "ospiti", so anche che oggi NESSUNO tralascerà l'occasione per parlare di calcio (e sputare sentenze).
Io ODIO il calcio. L'ho sempre odiato ... "quindi già allora si manifestava una Sua "devianza" dalla media nazionale" direbbe lo strizzacrani ... ma in queste occasioni LO ODIO ANCORA DI PIÙ!
E cosa gli dico a 'sti tedeschi ?
Guardate che state parlando con uno dei pochissimi italiani a cui non gliene sbatte un piffero del calcio?
La butterebbero sull'orgoglio nazionale.
Guardate che state parlando con un sudtirolese europeista (per certi versi una contraddizione in termini, ma è così che mi sento), per cui io con l'Italia che voi avete nei vostri stereotipi poco ci azzecco??
Non capirebbero.
Per cui ho deciso la linea di condotta: colpire duro, colpire basso, colpire per primo.
E poi andarmene!
1. Ma dopo che vi abbiamo smontato la favola d'estate due anni fa, io sono forse venuto a romperti i maroni? Quando ci incontravamo nei corridoi e voi non avevate neanche la forza di guardarmi in faccia, e improvvisamente vi ricordavate che dovevate andare dalla parte opposta o vi immergevate nei fogli di carta che avevate in mano, vi ho forse detto qualcosa? No, perchè io sono un Signore e voi siete dei peracottari che rosicate!
2. Per il momento non siete ancora campioni d'Europa, e come diceva Trap: non dire gatto .....
3. I premi di 2^ classe li dovrà pur vincere qualcuno, no? Noi abbiamo già dato 2 anni fa!
4. Una rondine non fa primavera ed una partita non fa un campionato.
5. (questa è l'estrema ratio, per quelli che non vogliono capire che oggi non è giornata) se non la pianti di rompere i c......i con 'sto c...o di calcio di m...a ti spacco il c..o, hai capito????

Casa nasconde, ma non ruba (alias per Equipaje)

... così diceva un tale di quando si perde qualcosa, che sicuramente è rimasto tra le mura domestiche. E aveva ragione!
Ieri, dopo lunghe ricerche, è tornata alla luce la seconda moneta dell'"era che fu" ritrovata durante gli scavi nell'orto. Era rinchiusa lì dove doveva essere: nel caveau n.5 della "banca del nanetto".
L'unico problema è che il nanetto, da buon figlio di cotanto paranoico padre, utilizza ceveau "mobili e a nascondiglio variabile" ...

Bando alle ciance, ecco le foto!


come vedi, cara Equi ... ci sono anche i ricami a "punto croce (uncinata)"

mercoledì 4 giugno 2008

La pioggia, le lumache e le fragole ...

Dopo tanto sole, anche qui è arrivata l'acqua. Sarebbe tutto OK, non fosse che con l'acqua si sono risvegliate (e con che fame) anche le fetidissime lumacacce putride ed immonde (un po' di pulp non guasta mai!).
Orbene, questa piaga che il Creatore ha voluto donarci per farci capire chi è che comanda ... si è sbafata nell'ordine: le piante di insalata e gli spinaci teneri teneri!
Ora ... il Creatore farebbe bene a rammentare che Lui è tenuto alla misericordia, non l'uomo nella sua terrena miseria ... a buon intenditore ... poche lumache!
Si sono comunque salvate le fragole ... e questo mi fa pure supporre che il Creatore abbia pure un particolare debole per i minori di 9 anni (che ringraziano) ... ma non erano tutti uguali, ai Suoi occhi, i figli??? Bah, problema da teologo!

lunedì 2 giugno 2008

Il meme dell'orto

Dopo una settimana da "accompagnatore grandi invalidi" (versione ingentilita della mia attività con i clienti), il patatrack informatico con riversamento di 12 DVD di dati, l'influenza familiare (con annessi e connessi di un'influenza gastro-intestinale che colpisce piccoli e grandi) ...
stavo pensando di andare a fare un giretto fino a LOURDES, fino a quando Annika non me lo ha impedito con una missione: il meme.
Ora, uno dei miei personaggi dei fumetti di "riferimento" avrebbe detto: "io ODIO il meme!", ma come tirarsi indietro? Giammai (tanto più che CAT si sarebbe pure potuto offendere ...)!
Per i beati che ANCORA non sanno cosa sia il meme: eccovelo qui!
REGOLAMENTO
1. Indicare il link di chi vi ha coinvolti ---> fatto (vedi sopra)
2. Inserire il regolamento del gioco sul blog ---> fatto ('sta roba che state leggendo)
3. Citare sei cose che vi piace fare e perchè :
Al matto piace:
Perdere la testa nel pianificare cose difficili scomponendole in miriadi di cose più facili, legate dal filo della logica e dal rigore della scansione dei secondi. Sarà forse perchè ho bisogno di punti fermi, sarà perchè è un semplice esercizio di razionalità, sarà perchè poi è bello fare tutto il contrario. Boh, non lo so perchè!
Fare il Soduko, durante la pausa pranzo, sul giornale del bar, mentre i colleghi parlano dei massimi sistemi dell'economia e della politica internazionali. Ebbene sì, come direbbe mia moglie: "è solo perchè sei un asociale di mer**!" (le donne!!! come ti esprimono delle somme verità inconfutabili loro - con la sintesi ed il garbo dell'estetica di una rosa - non c'è nessun altro che lo sappia fare!)
La meccanica di precisione. Il fascino della miniatura combinato con quello della precisione. Avrei dovuto fare l'orologiaio!
Stare all'aria aperta, andare per boschi senza rendere conto a nessuno del dove, quando, come e perchè. Raccogliere funghi, frutti e fiori e guardare gli animali nel loro ambiente naturale. Andare in montagna (a piedi, in bici, in moto, auto o pelli di foca poco importa ...), arrampicare e sciare. Perchè??? Solo perchè ritrovare me stesso in un treno di pendolari che hanno mangiato cipolle come prima colazione non ha lo stesso fascino che farlo in cima alla Croda del Becco, sul Sassongher, in cima a Plan de Corones o sul Vioz o dov'altro ho mai poggiato il fondoschiena; e poi c'è l'adrenalina (sci/roccia/ghiaccio).
Leggere. Il matto adora leggere. A dire il vero il matto adora imparare, ha fame di imparare!
Siamo alla sesta ... inizia ad essere difficile. Insomma, dopo che uno ha fatto di tutto per celare al mondo la sua asocialità, la sua mente malata e quantaltro ... bisognerà pur far qualcosa dimostrare che non è poi una bestia feroce.
Ci sono: il matto ODIA correre. Detesto la corsa come sport. Aborro la competizione tra individui, ma mi piace correre lungo i fiumi, magari mentre ascolto la musica. Un vero anti-stress!
(E così avete la CONFERMA che SONO un asociale!)
4) Coinvolgere altre sei (????) persone ---> Mi sembrano un po' troppine, anche perchè tutte quelle che bazzicano per di qua, in un modo o nell'altro, sono già state taskate. Vediamo chi posso "incastrare" .... sicuramente il Perozzi, Harlock e Holepigneintesta.
5) Comunicare l’invito sul loro blog ---> 'mo lo faccio.