Idee sparse ma, soprattutto, ben confuse.

Mentre mi do da fare nel cercare di non trascurare l'orto, e nel non perdere di vista l'imminente, devo anche cercare di guardare oltre, inteso come idea di ciò che voglio diventi l'orto negli anni futuri.
Ho fatto molto per migliorare le caratteristiche del terreno: ho aggiunto una discreta quantità di carriole di compost a quella massa di cemento armato che era il terreno; continuo, anche se non con la costanza con cui dovrei, a diserbare e ad estirpare le radici di gramigna che raccolgo e brucio; mi sto dando una regolata sulla rotazione colturale e sulle consociazioni; ogni tanto diamo pure una (rara) concimata con stallatico. Il tutto ha reso il terreno più areato nello strato più superficiale.
Rimane una certa anarchia di fondo nel come dispongo le colture e sulla pianificazione generale dell'orto, che devo migliorare: in particolare l'obiettivo è aumentare la produzione per il fabbisogno familiare ed estenderla nel tempo (per ogni periodo dell'anno avere quanto più è possibile compatibilmente con le condizioni climatiche) e nello spazio (migliorare la forma dell'orto, facendola diventare rettangolare e dividendola in quattro settori in cui ruotare le colture).
Questa idea di fondo va poi attuata con alcune predisposizioni collaterali:
- fare una piccola serra per preparare in proprio le piantine (che nel bagno proprio non crescono);
- vedere se è possibile creare, con un costo limitato, un sistema di irrigazione (a goccia);
- proseguire con lo scambio/produzione dei semi per arrivare ad un ciclo chiuso.

Commenti

  1. Ciao ti seguo da un bel po, essendo un'appassionata di orto, ma totalmente inesperta, cerco di imparare sbirciando a destra e a manca! Bona giornata!!!

    RispondiElimina
  2. il mio impianto a goggia, 40 metri di tubicini gia forati poco resistenti ma funzionano egregiamente(7-8 euro), 2 3 euro di raccordi a t, ne mancano diversi ma funziona. Tanica da 200 litri con dislivello di 3 metri, contenitore da 10 ql praticamente altezza orto(direi 1 metro di dislivello medio) i contenitori costo nullo, calza femminile che fa da filtro e ogni tanto si ottura. E' stato il miglior esperimento condotto sull'orto, i contenitori li riempio purtroppo a mano, ma quando debbo innaffiare fa tutto da solo e le cose escon meglio.. Non credevo potesse funzionare con cosi poco dislivello, invece funziona troppo bene:))))))))))))) invidio il tuo tubo giallo che si vede nel tuo orto:))))))))

    RispondiElimina
  3. Grande Francesco!!!
    Così si fa!

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Imparare dagli errori - cimare i pomodori

Il biotrituratore.