Il sacro testo della mia decrescita

Correva l'anno del Signore 1946. L'allegra famiglia Robinson, in una bella domenica di sole, decise di andare al parco. Dopo aver impacchettato tutto l'occorrente (giochi per il figlioletto, cestino per il pic-nic con tanto di copertina etc. etc.) e dopo aver preso, diligentemente, l'autobus la famigliola arrivò al parco.
Tempo 17 nanosecondi e ... no! non inizò a piovere ... arrivò il poliziotto di turno che disse al Sig. Robinson che non poteva starsene stravaccato sul prato del parco perchè deturpava il verde pubblico. E lì scattò la molla! C'è sempre qualcosa che fa scattare una molla in noi ... un po' come Micheal Douglas in "Un giorno di ordinaria follia" ...
Ora, la mia molla non è ancora scattata, ma ci stanno lavorando, per cui io faccio come il signor Robinson dopo che qualcosa in lui era cambiato: STUDIO e PIANIFICO.
Infatti il sig. Robinson ha scritto un libercolo dal titolo "The Have-More Plan" in cui racconta di come ha abbandonato la metropoli (pur continuando a lavorarci) e di come è arrivato a soddisfare in proprio il 75% del fabbisogno alimentare famigliare godendosi il tempo e la famiglia.
Non so se riuscirò mai a realizzare anch'io il mio Have-More Plan, ma prendere coscienza e iniziare a studiare è il primo passo.

Commenti

  1. tanto per intenderci io le domandine, anche quelle che mi hai suggerito tu, le ho mandate ma..... risposte niente! Stamattina sono andato in farmacia in via Torino. Lì attaccato cìè un'agenzia immobiliare. Mi è venuto da piangere vedendo i prezzi!

    RispondiElimina
  2. Nessuno pensava che sarebbe stata una passeggiata di salute ... Ti è arrivato il libro?

    RispondiElimina
  3. Quello che ti ho mandato per e-mail diviso in tre tronconi ...

    RispondiElimina
  4. quando lo hai mandato? perchè qui non ho visto nulla!

    RispondiElimina
  5. L'ho mandato ieri (mi sembra) ... hai guardato tra lo spam? Male che vada te lo rimando!

    RispondiElimina
  6. qui non è arrivato nulla. nello spam ho solo pishing

    RispondiElimina
  7. Anch'io ho da poco abbandonato la metropoli pur continuando a lavorarci, e il pendolarismo mi sta facendo dare di matto (ehm, scusa).
    Come fa costui a godersi il tempo e la famiglia? Telelavoro? Teletrasporto?
    Prima di mettere in atto il piano B, aspetto lumi da Amburgo :)

    RispondiElimina
  8. Benvenuta nel club dei pendolari! Io dopo 4 anni di pendolarismo su bici/rotaia/bici con sveglia 05.20 e ninna con le galline ho dato di matto (c'è chi cambia nome quando cambia religione e chi quando riconosce che qualcosa in lui non va) e mi sto "facendo curare" qui ad Amburgo ...
    Non lo so come ha fatto!
    Nel libro non dice cosa faceva prima, nè tantomeno cosa faceva dopo (o, almeno, io non ci sono ancora arrivato).
    Sicuramente l'epoca era un'altra (1946) con spazi e tempi non comparabili a quelli attuali (per quanto New York sia sempre stata una metropoli) e certi strumenti di lavoro interinale non penso fossero già in voga.
    Ho anche il dubbio che il tizio in questione non fosse proprio uno con pochi soldi in tasca (piove sempre sul bagnato) e con un discreto successo editoriale (il libro in questione è stato stampato nel 46, 48 e 74) ed altri libri vari sul tema ... azzarderei a dire che Mr. Robinson ha scoperto l'editoria e l'ha sfruttata sino in fondo, lavorando a casa e pendolando per riscuotere!
    Al di là di questo il libro mi interessa per gli aspetti tecnici: processi decisionali adottati, soluzioni ideate, filo logico di un piano modulare che ognuno può attagliare ai propri bisogni etc.
    Ognuno ha una sua idea di decrescita e ognuno accetta un grado diverso di rischio (soprattutto in relazione - per come la vedo io - a quando uno non sarà più un'unità produttiva a causa dell'avanzare dell'età e in relazione al futuro dei figli e alle opportunità che si possono loro offrire). Io per esempio dovrei ancora risolvere il problema di riuscire a trovare una casa ... poi non so se sarei pronto a darmi a strumenti di finanza creativa per sbarcare il lunario (da buon matto soffro anche del complesso del monoreddito) ... it'a hard life!
    Buona settimana

    RispondiElimina
  9. Pendolarismo? Ne so qualche cosa! Bolzano- Chiusa e ritorno, tre anni. Bolzano - Bressanone e ritorno! Quasi due anni. Certo io non mi alzavo alle 5 e 20 e questo è già tanto. La cosa che mi faceva più incazzare (si può dire?) erano i treni. Quando andava bene erano sporchi e puzzolenti. Quando andavo a Bressanone, mica tanti secoli fà, c'era la littorina che quando pioveva ci pioveva dentro. Se mi ricordo bene era del '52 o giù di lì e per essere alla fine degli anni '90 aveva la sua età e la mostrava tutta! Forse di più.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Imparare dagli errori - cimare i pomodori

Il biotrituratore.