mercoledì 12 marzo 2008

Imparare dagli errori - cimare i pomodori

Dalla lettura di un manualetto della FAO della serie "Better Farming" ho capito cosa ho sbagliato l'anno scorso con i pomodori. Di errori ne ho fatti a bizzeffe! Poco male ...
Tra l'altro si parla della cimatura dei pomodori, pratica che nessuno in famiglia ha mai adottato.
"Le piante di pomodoro crescono velocemente, mettono molti rami e i frutti tendono ad arrivare tardi e ad essere piccoli. Foglie e frutti sono facilmente attaccabili dalle malattie". Già dopo queste due righe mi stavo domandando se avessero letto il mio blog :-(
Suggerimenti proposti:
cimare i butti che crescono tra il gambo e le foglie 1 o 2 volte al mese

per le varietà a crescita più veloce, consigliano di lasciare un solo ramo, da cimare "quando la pianta ha due fiori e una foglia sopra il secondo fiore"
per le varietà più lente si possono tenere due rami fruttiferi, da cimare con le stesse modalità sopra indicate

Ora non resta che provare e vedere i risultati.

11 commenti:

  1. la cimatura, lo dice la parola stessa, consiste nel tagliare la cima. Pratica che non ho mai adottato. Per quanto attiene invece all'eliminazione delle "femminelle" che crescono nelle ascelle foliari è una battaglia che si fà a ciclo continuo, non a scadcenza periodica. Questo perchè quando la pianta e fitta corri il riscio che ti scappino e quando hanno i fiori ti piange il cuore eliminarle.

    RispondiElimina
  2. OT: per la fretta mi sono mangiato una lettera quà e là. Porta pazienza.

    OT n. 2 - ma perchè non ti apri il blog su splinder che così evito di dover digitare il nick e l'URL ogni volta che commento???

    RispondiElimina
  3. Beh, adesso puoi provare a cimare ...
    ma tu non scrivere nulla. Postati come anonimo ed in fondo firmi con barba ... take it easy man!
    (In realtà è un trucco del grande fratello. Io, per esempio, odio wordpress dove, per postare un commento, devi anche dare la tua e-mail ...)

    RispondiElimina
  4. Anch'io non ho mai cimato, ma mio suocero lo fa.
    Mi sembra inoltre di aver letto (su uno dei doc in English che mi hai indicato tu), che la cimatura dovrebbe avvenire sopra la quinta mappa di fiori.
    Cerco di ritrovarlo per maggiore sicurezza.
    In quanto ai getti (but dalle nostri parti) ha ragione Barba: lotta continua.
    funtanin

    RispondiElimina
  5. Potresti confrontare le info che ho trovato con l'esperienza diretta di tuo suocero? I libri sono utili, ma di fronte ad anni di pratica sul campo ... non so se reggono il confronto. Grazie

    RispondiElimina
  6. La cimatura conviene farla in climi freddini. In questo modo porti meglio a maturazione i pomodori più alti.
    La sfemminellatura deve essere fatta nelle varietà indeterminate. Personalmente la devo fare una o due volte a settimana e non riesco mai a levarle tutte le femminelle.
    Ciao

    Sono il giam di amici-dell'-orto

    RispondiElimina
  7. Quindi viene proprio al caso mio...
    piante ne ho poche, penso di riuscire a stare dietro a tutte.
    Grazie dei consigli :-)

    RispondiElimina
  8. Ciao a tutti, ma scusate una domanda, se cimo la pianta e quindi gli fermo la crescita ma i frutti continua a farlli?

    RispondiElimina
  9. Ciao Antonio!
    Quando cimi la pianta fai solo in modo che non cresca più in altezza. Il resto rimane tutto come era, semplicemente non diventa più alta e i nutrimenti andranno a beneficio di frutti e del resto della pianta ...

    RispondiElimina
  10. io o una pianta esattamente come quella della terza figura. L' ho lasciata così perchè mi ...sanguinava il cuore e scegliere il ramo principale. Domani cimo entrambi i rami! (la pianta è già piu di 1,5m e ha già fruttificato, ho raccolto 2 pomodori maturi e ce ne sono parecchi in via di maturazione). GRAZIE!

    RispondiElimina
  11. anonimo non veneziano.
    si raga tutto bon,
    ma ricordiamoci anche dell'urea nei primi 20 giorni dopo l'impianto. 1 bicchierino tipo dixan sciolto nell'innaffiatoio da 12l ogni 2 - 3 giorni. dipende anche dalle piogge.
    se non si e' usato stallatico maturo nella preparazione del terreno, bisognera' usare uno composto meglio a lenta cessione con potassio magnesio e calcio.esistono differenti formule.
    proprio male non fa neanche un trattamento settimanale con poltiglia bordolese fino alla fioritura.dipende dai luoghi e dal tempo.
    bon orto a tuti........

    RispondiElimina